Ultima modifica: 2 Novembre 2020

Calendario scolastico

Calendario scolastico

Il calendario scolastico fissa l’inizio e il termine delle lezioni, La sospensione per le vacanze natalizie e pasquali, anche in riferimento ad eventuali ponti, oltre a quantificare i giorni complessivi di lezione per le Istituzioni scolastiche del Lazio.

A partire dal calendario scolastico 2014/2015 la Regione Lazio ha introdotto un’importante novità. Infatti, la Deliberazione n. 315 del 30/05/2014 stabilisce che il calendario approvato sarà valido anche per gli anni seguenti. Questa importante novità permetterà a Istituti, al personale docente, ai ragazzi e alle famiglie di programmare le attività con largo anticipo.

Le lezioni, nelle scuole primarie e secondarie di I e II grado, inizieranno il 15 Settembre (slitta al primo giorno lavorativo successivo qualora il 15 settembre sia un sabato o un giorno festivo) e termineranno l’8 Giugno(anticipato al primo giorno lavorativo precedente nel caso in cui l’8 giugno cada in giorno festivo o posticipato, se necessario, per garantire i 206 giorni di lezioni).

Con la DGR 240 del 26 maggio 2015, venendo incontro alle richieste delle scuole e nel rispetto dell’autonomia scolastica, si è inteso introdurre elementi di flessibilità sulla sola data di apertura per tutte le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, a partire dall’a.s. 2015/2016.

Le scuole dell’infanzia possono, in base al piano dell’offerta formativa, anticipare la data di apertura, mentre la chiusura è fissata al 30 giugno.

Con la DGR 288 del 31/05/2016 è stata eliminata la sospensione dell’attività didattica prevista nel giorno della commemorazione dei defunti (2 novembre di ciascun anno).

Le lezioni, pertanto, saranno sospese oltre che nei giorni delle festività nazionali (1 novembre, 8 dicembre, 25 dicembre, 26 dicembre, 1 gennaio, 6 gennaio, Lunedì dell’Angelo, 25 Aprile, 1 maggio, 2 giugno, Festa del Santo Patrono), dal 23 dicembre al 6 gennaio (vacanze natalizie), dal 9 aprile al 14 aprile (vacanze pasquali) .

Le singole istituzioni scolastiche, nella propria autonomia, d’intesa con gli Enti Locali erogatori dei servizi scolastici ed adottando soluzioni organizzative che garantiscano contemporaneamente il miglior servizio ed il rispetto delle esigenze espresse dalle famiglie, in relazione alle esigenze specifiche derivanti dal Piano dell’Offerta Formativa, hanno facoltà di procedere ad adattamenti del calendario regionale, purché siano garantiti:

  • apertura entro il 15 settembre 2019 e la chiusura l’8 giugno 2020;
  • numero minimo di 206 giorni di lezione (per gli Istituti scolastici che hanno l’orario articolato su 6 giorni alla settimana);
  • numero minimo di 171 giorni di lezione (per gli Istituti scolastici che hanno l’orario articolato su 5 giorni alla settimana);
  • per il corrente anno scolastico 2020/2021, il Consiglio d’Istituto non ha deliberato l’inizio delle lezioni.

Anno Scolastico 2020/2021

L’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid 19, con tutto ciò che ha prodotto, dalla sospensione delle attività didattiche in presenza, alla complicazione dei processi organizzativi facenti capo alle istituzioni scolastiche, ha determinato una situazione inedita per quanto riguarda l’avvio dell’anno scolastico 2020-21, caratterizzato dalla necessità di trovare soluzioni nuove sia sul piano della programmazione che della gestione operativa delle attività.

Infatti nel mese di settembre riprenderanno le attività scolastiche su tutto il territorio nazionale ed è essenziale che questo avvenga in un contesto di sicurezza che rispetti oltre che il diritto all’istruzione, anche il diritto alla salute.

È necessario pertanto coordinare ed armonizzare, quanto prima, i diversi servizi che ruotano attorno all’avvio delle attività scolastiche, come ad esempio il trasposto pubblico ed il trasporto degli alunni con disabilità, già resi estremamente problematici dalla necessità di prevedere le misure di distanziamento sociale.

Pertanto, pur nel rispetto dell’autonomia scolastica, è intendimento della Regione procedere:

– nella direzione della necessaria unitarietà organizzativa, approvando d’ufficio il calendario scolastico regionale per l’anno 2020-21, in recepimento delle linee guida emanate dal MIUR che stabiliscono che l’inizio delle lezioni lunedì 14 settembre 2020 e la conclusione martedì 8 giugno 2021;

– nella direzione della semplificazione delle procedure e degli adempimenti anche per non gravare ulteriormente sulle Istituzioni scolastiche già tanto impegnate, al momento, in altre attività organizzative.

Entrando nel merito del calendario scolastico dell’anno 2020-21 si prospetta la seguente situazione:

oltre alle domeniche, sono considerati festivi i seguenti giorni:

1° novembre;

8 dicembre;

25 dicembre Natale;

26 dicembre Santo Stefano;

1° gennaio Capodanno;

6 gennaio, Epifania;

4 aprile, Pasqua;

5 aprile, Lunedì dell’Angelo;

25 aprile, Festa della Liberazione;

1° maggio, Festa del Lavoro;

2 giugno, Festa della Repubblica;

Festa del patrono (se ricadente in un giorno di lezione).

le vacanze di Natale andranno dal 23 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021

le vacanze pasquali dal 1° aprile al 6 aprile 2021.

Inoltre, nell’anno in questione, esiste la possibilità di prevedere soltanto tre giorni di ponte, (dal momento che tutte le altre festività nazionali cadono di sabato o domenica) che sono:

lunedì 7 dicembre;

lunedì 31 maggio e martedì 1° giugno.

Pertanto, poiché da calendario 2020/21 si contano n. 209 giorni di frequenza per gli istituti che articolano l’orario su 6 giorni settimanali e n. 175 per gli istituti che articolano l’orario su 5 giorni settimanali, si valuta che, anche se vengono effettuati questi 3 giorni di ponte (7 dicembre, 31 maggio e 1° giugno) siamo in presenza di una situazione che soddisfa il limite minimo dei giorni di frequenza previsto e in particolare:

n. 206 (su un minimo di 206) per gli istituti che articolano l’orario su 6 giorni settimanali;

n. 172 (su un minimo di 171) per gli istituti che articolano l’orario su 5 giorni settimanali.